Sicurezza cloud

6 modi per aumentare la sicurezza in-the-cloud

Lo storage cloud è oggi uno dei modi più comuni in cui le aziende memorizzano i loro dati. Rimane tuttavia la questione della sicurezza, poiché sono in aumento anche gli attacchi di ransomware, i tentativi di phishing e gli hacker.

Ecco quindi 6 modi in cui le aziende possono aumentare la sicurezza dei dati memorizzati nel cloud.

1. 1. Migliorare la gestione degli accessi

Per ridurre al minimo eventuali hackeraggi o intrusioni nei vostri dati, dovreste innanzitutto migliorare la gestione degli accessi. Se si gestisce il numero di persone che possono accedere ai dati in primo luogo, si riducono i furti. Sarete in grado di ridurre i tentativi di phishing o gli hack che possono avere origine da un certo numero di punti. In questo modo renderete automaticamente più sicuri i vostri dati.

Autenticazione a più fattori

Un ottimo modo per ridurre al minimo l’accesso ai dati critici è quello di implementare l’autenticazione multi-fattore. Le credenziali di accesso possono essere compromesse senza cloud security, quindi è necessario assicurarsi che non siano l’unico fattore di accesso.

L’autenticazione multi-fattore può essere effettuata tramite una password, una combinazione di autenticazione biometrica o un protocollo di autenticazione del dispositivo. È possibile farlo anche attraverso la scansione dell’iride o il riconoscimento del volto, ecc. Queste pratiche di autenticazione multifattoriale possono migliorare notevolmente le possibilità di evitare gli hacker.

Livelli di autorizzazione

Non dovreste solo migliorare la gestione degli accessi, ma dare priorità al tipo di dati accessibili. Ad esempio, i dati più critici dovrebbero essere disponibili solo per le persone con il più alto livello di autorizzazione. Per coloro che non hanno accesso, i dati devono essere bloccati. In questo modo si migliora la sicurezza in modo efficace, chiudendo semplicemente i dati critici da manomissioni o furti.

2. 3. Impostare gli avvisi

Anche se avete esternalizzato la gestione e l’archiviazione dei dati ai fornitori di cloud, dovreste comunque sentirvi personalmente responsabili. Non accettate l’opzione di sicurezza predefinita nei vostri sistemi di gestione. Se vi viene offerta una maggiore sicurezza per un po’ di più, prendetela. Chiedete anche la personalizzazione in sicurezza se potete ottenerla. È una decisione di cui non vi pentirete più tardi.

Monitorare frequentemente l’attività dell’utente

Invece di limitarsi a impostare gli avvisi e dimenticare tutto il resto, è essenziale monitorare l’attività degli utenti. Questo per evitare il furto di dati se qualcuno ottiene l’accesso alle credenziali e anche l’autenticazione a più fattori. Se il sistema rileva che si sta svolgendo un’attività insolita o un’attività non conforme, il sistema dovrebbe bloccare l’utente.

Dovrebbero essere presenti anche protocolli in grado di fornire una risposta all’incidente nel minor tempo possibile. Questo aiuterà a difendersi dalla maggior parte delle minacce informatiche e degli hacker.

Rimuovere gli utenti/dipendenti inattivi

Questo ritocca sul punto di minimizzare i punti di accesso. Se il vostro sistema ha utenti inattivi o detiene ancora un account per un ex dipendente, rimuovetelo immediatamente. Ciò rappresenta un’opportunità per gli hacker o i cybercriminali di accedere a informazioni privilegiate.

Per garantire che tutti i punti di accesso inattivi siano rapidamente chiusi, dovrebbe esserci un chiaro processo di offboarding dei dipendenti. Questo dovrebbe includere la cancellazione e la rimozione di tutti i conti defunti.

3. 3. La crittografia dei dati è essenziale

Se si memorizzano dati critici nel cloud, è necessario crittografarli subito. La crittografia rimescola i dati memorizzati in modo che non abbiano alcun senso. Senza le chiavi di decrittazione, anche se rubate, è inutile.

Alcuni provider cloud crittografano automaticamente i dati. Tuttavia, questa non è ancora una pratica standard per la sicurezza in-the-cloud. Quindi dovreste sempre chiedere questa opzione al vostro potenziale fornitore di cloud.

Si dovrebbe anche chiedere la crittografia per soddisfare i requisiti di organizzazioni come HIPAA, PCI-DSS e GDPR. Queste organizzazioni hanno ora il controllo sulla maggior parte delle aziende tecnologiche che operano in tutto il mondo. Pertanto, è nel vostro interesse crittografare i vostri dati sia legalmente che economicamente.

4. 4. Limitare il traffico in uscita

Dovreste controllare quali server virtuali della vostra azienda vengono utilizzati senza autorizzazione. Questo arriva fino al punto di ridurre al minimo i punti di accesso ai vostri dati. Pertanto, qualsiasi minaccia da parte degli hacker può essere ridotta al minimo se la vostra azienda è in grado di controllare il traffico in uscita.

Molti attacchi possono indurvi a ingannare il vostro firewall per farvi aprire le connessioni in uscita. Questo accade spesso perché i collegamenti in uscita sono meno controllati rispetto a quelli in entrata. Limitare il traffico in uscita può quindi proteggervi da molte minacce impreviste.

5. 5. Scansione regolare delle vulnerabilità

Anche se è possibile eseguire la scansione delle vulnerabilità nella propria azienda, i server cloud spesso non lo fanno. Pertanto, è necessario premere affinché questa scansione diventi un evento regolare. Questo dovrebbe includere la scansione dell’hardware e del software alla ricerca di vulnerabilità che possono essere patchate facilmente. Questo dovrebbe essere un evento settimanale o anche mensile. Le nuove patch delle aziende anti-virus, gli strumenti anti-hacking, ecc. dovrebbero essere tutti prioritari.

6. 6. Migliorare la formazione e la consapevolezza dei dipendenti

La sicurezza nel cloud non si limita all’installazione di determinati programmi e all’impostazione di protocolli. Si tratta anche di sensibilizzare l’opinione pubblica sui principali attacchi cibernetici e gli hackeraggio che possono accadere a un’azienda. Quindi, non è importante solo implementare il miglior software di sicurezza, ma anche sensibilizzare i dipendenti.

Circa il 90% di tutte le violazioni sono causate da errori umani. Pertanto, è più probabile che i dipendenti meglio equipaggiati siano in grado di gestire meglio queste violazioni rispetto a quelli inconsapevoli. Ecco perché dovreste assicurarvi che il vostro fornitore di cloud abbia un processo di onboarding per i vostri dipendenti. Non dovrebbero essere solo consapevoli del software che protegge i loro dati. Dovrebbero anche essere a conoscenza dei protocolli in vigore per segnalare un’intrusione o per prevenire un attacco.

Dovrebbero anche avere una buona conoscenza dei più comuni tipi di cyberattack che possono colpirli.

Considerazioni finali sui modi per aumentare la sicurezza nel cloud

Usando questi 6 suggerimenti per aumentare il vostro . cloud security proteggerà i vostri dati con un ulteriore livello di protezione. Non solo i vostri dati saranno più al sicuro da furti, ma potrebbero anche essere più sicuri da manipolazioni. Anche se i vostri dati sono stati rubati, alcuni trucchi impediranno che vengano utilizzati contro la vostra azienda.